Romanzo rosa: come si scrive?

romanzo rosa: come si scrive?0

Benvenuto caro lettore. Sei un grande appassionato di romanzi rosa e hai deciso di provare a scriverne uno. Fantastico! Essendo un grande lettore di questo genere conosci bene i gusti e le esigenze di chi lo consuma. Hai deciso, però, di cercare comunque dei consigli su come scrivere un romanzo rosa. Lascia che ti dica una cosa: se sei qui per questo, io ho le risposte che cerchi.

Nelle righe seguenti, infatti, ti chiarirò le principali caratteristiche del romanzo rosa; ti fornirò alcuni consigli per scriverne uno e ti metterò in guardia da ciò che potrebbe rovinare la tua opera.

Ti chiedo solo di avere pazienza nel seguirmi durante la lettura di tutto l’articolo e sono sicuro che con la tua fantasia, unita alle mie indicazioni, saprai realizzare un capolavoro.

Pronto? Allora non mi resta che augurarti una buona lettura e… cominciamo!

Introduzione al romanzo rosa

Introduzione al romanzo rosa

Fin dalle origini questo genere letterario ha nutrito le speranze sentimentali e di vita di ogni lettore. Il suo scopo era alleggerirgli la giornata e ciò lo votava a essere un libro d’intrattenimento.

Lo stesso lettore di romanzi rosa ha un’unica aspettativa: desidera una storia in cui immergersi totalmente, capace di tenerlo incollato alle pagine e che gli faccia dimenticare impegni, preoccupazioni e doveri.

A differenza di altri generi, il romanzo rosa ha fatto proprie alcune caratteristiche oramai immutabili e che sono la sua carta d’identità. Un esempio è la forma tascabile, sviluppata in un massimo di 150 pagine. Una lettura veloce insomma e che può essere portata a termine anche in un paio d’ore.

Occorre sapere solo questo per imparare come scrivere un romanzo rosa? Purtroppo no. Rispetto agli anni passati, il genere si è sviluppato: la trama, sempre semplice e lineare, presenta oggi maggiori sfumature; il lieto fine non è più così scontato e i problemi per raggiungerlo sono divenuti più complessi da risolvere. Questo perché il mondo di oggi è più complesso di quello di ieri e lo è diventato anche raccontarlo. Inoltre, come tutti gli altri, il genere rosa si è lasciato influenzare da molti altri generi e quello che un tempo era considerato uno strumento per l’evasione femminile, oggi ambisce a diventare vera e propria letteratura.

Consigli per scrivere un romanzo rosa

Consigli per scrivere un romanzo rosa

La trama

Una trama base e (molto) generica per un romanzo rosa potrebbe essere riassunta in quattro step:

  • Incontro tra i protagonisti;
  • Impedimento alla storia d’amore;
  • Superamento dell’ostacolo;
  • Lieto fine.

Come puoi benissimo notare da te, in genere la trama di un romanzo rosa è semplice e lineare. Ciò accade per permettere al lettore di comprenderla e seguirla con facilità, incuriosendolo attraverso l’incertezza delle vicende, ma lasciandogli comunque un senso di leggerezza.

Spesso il sentimento d’amore non nasce a primo impatto e in alcuni casi l’autore mette in risalto i contrasti che ci sono tra i protagonisti o persino l’odio, dovuto magari a vicende passate in cui entrambi si sono trovati invischiati. A questo punto saranno proprio i sentimenti negativi che i protagonisti provano reciprocamente a rappresentare l’ostacolo che impedisce la nascita della storia d’amore.

Attenzione: le varianti sono infinite! I protagonisti potrebbero dichiararsi fin da subito e un equivoco successivo potrebbe mettere a repentaglio la loro storia d’amore. Oppure una terza persona suscita dei dubbi in uno dei protagonisti. Insomma, chi più ne ha più ne metta.

Il punto di vista

In genere il punto di vista attraverso cui la storia è raccontata è quello della protagonista femminile. Nel romanzo rosa è difficile trovare una voce narrante perfettamente onnisciente, soprattutto perché questo tipo di vicende rendono meglio, a livello di esperienza d’intrattenimento, se la narrazione è soggettività. Questa chiave di lettura permette anche una più semplice manifestazione dell’arco di trasformazione della protagonista: lei non sa cosa passa per la testa dell’altro, cerca di interpretare situazioni, gesti ed eventi finché non supera le apparenze e comprende i propri sentimenti. 

I personaggi

I due protagonisti della storia sono gli unici a essere descritti a tutto tondo. Anche i personaggi collaterali fungono a questo scopo. Essi sono delineati tramite modelli fissi, sia in senso fisico che psicologico: rispecchiano in tutto e per tutto l’uomo e la donna dell’epoca in cui sono raccontati. Questo perché, come già detto, devono rispondere alle aspettative del lettore e al sentire comune della società.

Lo stile

Lo stile del romanzo rosa deve essere semplice e diretto. Le frasi devono essere brevi, le descrizioni mai minuziose. Tutto è ridotto all’essenziale. Ogni potenziale distrazione dalla vicenda deve essere bandita. Similitudini e metafore compaiono soprattutto nelle scene d’amore.

L’ambientazione

Gli ambienti più tipici dei romanzi rosa sono i paesi esotici visitati per turismo o lavoro e i paesaggi romantici (scogliera, chalet, ecc.).

***

Siamo giunti alla fine dell’articolo. Prima di lasciarti, però, voglio avvistarti che c’è ancora tanto da scoprire sul romanzo rosa. Inoltre, non dimenticare mai che è giusto studiare la natura, le caratteristiche e le tecniche dei generi che preferiamo, ma dipenderne può diventare un male. L’obiettivo deve essere far proprie le nozioni per riuscire, un giorno, a superarle.

Se l’articolo ha stimolato la tua voglia creativa, cosa aspetti? Corri a lavorare al tuo progetto! Io ti aspetto in una delle mie lezioni private e al prossimo articolo. 

A presto, mio caro lettore.